Sognare il mondo che voglio

Oggi c’è da fare… secondo me è un esercizio superbellissimo, e non vedo l’ora di iniziare, ma prima volevo buttare semi qua e là …

Ieri sera ho cominciato a leggere il libro Telos 2. E’ un must, per chi si sta risvegliando, ovviamente anche il primo libro. Amore allo stato puro, ti entra nell’anima.

Arrivo però al dunque:

siamo invitati caldamente a prenderci la nostra responsabilità, a fare quello per cui siamo venuti su questa meravigliosa terra.

In poche parole: a usare i nostri poteri, a usare la nostra immaginazione creativa per manifestare la vita che vogliamo.

Ci invitano ad essere super creativi, super dettagliati, a spingerci là dove il nostro cuore ci indica.

Ci consigliano di lavorarci per un pò di giorni, attraverso la meditazione e la scrittura (ancora meglio..), di pensarci al momento del risveglio e prima di dormire. Insomma, farlo nostro, questo sogno…

Cosa sogni? Cosa desideri? Per te, I tuoi figli, cosa esattamente? Il tuo lavoro? La vita? Come la vedi, idealmente? Già solo chiederselo, ti spiazza un attimino… hai carta bianca, e via! Scrivi, come se fosse una lista da dare al Genio della Lampada, e sappi, ovviamente, che questi desideri arriveranno. Non importa quando, se domani, fra 1 mese, 1 anno, 10 anni… ARRIVANO. Fede, rule number one – avere fede, fiducia. Non dimentichiamoci le basi.

Ecco, era tutto qui il compitino da fare. Spero possa essere entusiasmante quanto lo sento io… non sto nella pelle, e non vedo l’ora di descrivere le meraviglie che ci attendono…

Con gioia infinita ❤

COINCIDENZA. COINCIDENZE? MA VA LA’…

coincidenzeQuesta settimana è stata molto importante, in quanto era la settimana durante il quale si celebrava il wesak durante il plenilunio del Toro, avvenuto lunedì 04/05/2015. Per maggiori informazioni vi rimando a Google, vi basti sapere che per me è stato un flash quando, 3 anni or sono, ne senti parlare leggendo i libri della Giuditta Dembech.

Ebbene, scopro che in questo giorno, secondo la tradizione, o la leggenda, o … il rituale, i Maestri Ascesi si incontrano nel mondo fisico in un altipiano sull’Himalaya, e non sono da soli, no, ci sono tantissimi altri “normali” pellegrini, probabilmente maestri pure loro, insomma in qualche modo bisogna pur iniziare, eh, e anche probabilmente altre persone “sensitive”, presenti probabilmente, sempre probabilmente, non col corpo fisico ma in astrale.

Uff, quanti concetti difficili da spiegare, sono tanti e complicati, ma se avete maggiori curiosità vi consiglio di buttarvi nei libri.. ci sono tante risposte lì (e ben meglio descritte!).

Bhè, io, che non sono né maestro, né ascesa, né pellegrina, né né né … ho da subito avuto molta curiosità, sia per il mondo della Gerarchia (appunto i Maestri Ascesi), sia per questo Wesak… curiosità… mmmhhh…

Il primo anno ricordo di aver fatto una meditazione durante il giorno che fu il plenilunio. In camera, da sola, una delle tante. Punto. Ma mi ricordo di aver sentito una certa connessione, e una felicità e serenità estrema.

L’anno scorso invece sono riuscita ad andare a Torino e presenziare a, credo, l’ultima cerimonia Wesak celebrata da Giuditta stessa; lei era sulla sedia a rotelle e mezza paralizzata in faccia, che faceva fatica a parlare, ma per 2h non ha smesso di rincuorare la sala gremita con la sua voce e informazioni. Un’esperienza intensa e molto interessante, consiglio vivamente a chiunque a parteciparvi. In fin dei conti, si tratta di MANDARE LUCE E AMORE SUL NOSTRO AMATO PIANETA, SULL’UMANITA’ INTERA, E QUINDI COOPERARE PER ACCELLERARE LA NOSTRA EVOLUZIONE SPIRITUALE. Non è magnifico? Infatti, se medito solo io, creo un’energia = a x, se meditiamo in 2 l’energia sarà = x +2, se meditano in tanti….. l’energia sarà più grande ancora!!! Chiaro? (scusate se uso piccoli termini matematici, ma in effetti sono molto diretti e sul punto…). Quindi partecipare ad una meditazione di gruppo (ci saranno state più di 100 persone come minimo) dove si manda energia di amore e luce alla Terra, è stato un evento di portata gigantesca, a livello energetico.

Arriviamo a quest’anno.

Casualmente. Coincidenza. Uff, scordiamoci queste parole!

Casualmente, mia sorella mi chiede: “Sai quand’è il Wesak quest’anno? La Giuditta lo celebra?”, avendole raccontato dell’anno scorso, lei avrebbe voluto tanto parteciparvi! Purtroppo, Giuditta quest’anno non ce l’ha fatta, ma ha consigliato di partecipare ad altre cerimonie, magari tenute proprio nella nostra città…

Insomma, vado sull’amico Google, metto wesak 2015 e mi esce una pagina tra i primi risultati, e.. PUM! Lugano! Celebrano il Wesak proprio nella città dove abito io ora! OMG come direbbe James Joyce!! Ovvero … Oh My God!!

Bene, mando un’email, mi informo… prendo l’indirizzo… OMG!!! Ma è proprio la mia zona!!! CHE COINCIDENZA!!! No, cioè non potete capire… non è neanche la mia zona, ma è addirittura a 1minuto di camminata da casa mia. Praticamente ci passo davanti tutti i santi giorni a questo centro! Quindi, mi è venuto in mente quando 1 anno fa mi hanno fatto trovare questa casa, proprio in questa zona… CASUALMENTE…

E quindi … lunedì s’è celebrato il Wesak… c’erano meno persone dell’anno scorso, ma è stato intenso ed emozionante, anzi di più, perché stavolta ho davvero capito che LORO e IO siamo connessi ed è stato altresì stupendo sentire parlare della Gerarchia e di tutti questi argomenti che di solito leggo solo sui Loro libri, che mi veniva da svenire per l’emozione!

Ringrazio quindi di cuore i Maestri, e spero di essere un’addetta di luce umile, servizievole ed efficiente per potare luce e amore nell’universo. Prima però, scusate, devo illuminare la mia vita! Ho 2 o 3 cose da sistemare ancora! Ma ci arrivo, Universo, un attimo di pazienza… 😛

Scherzi a parte, quando mi accadono cose così lampanti, come è secondo me questa esperienza, DEVO, SENTO che devo condividere, perché può succedere ad altri, che possono chiedersi “Ma saranno solo coincidenze?” no, cari, e se fate attenzione, e fate passare un po’ il tempo magari capirete che “dietro” c’è una luce che guida queste bellissime coincidenze….